I santi, la nostra famiglia


di Ernesto Diaco

Nel ricco calendario della liturgia cristiana, che abbraccia e scandisce il corso dell’anno, ogni elemento e mistero della fede ha un giorno o addirittura un tempo ad esso dedicato. Si ricordano la Trinità di Dio e la maternità di Maria, il dono dell’eucaristia e della vita consacrata. Quello che sembra mancare è una festa della Chiesa. Con rispetto parlando, sembra una vera lacuna: non c’è una data in cui al centro della meditazione sia il popolo di Dio in quanto tale.

A pensarci bene, non è del tutto vero. La festa della Chiesa esiste e si celebra proprio il primo novembre di ogni anno, solennità di tutti i santi. Cos’è la Chiesa se non la famiglia di coloro che hanno creduto, credono e crederanno nell’amore di Dio, e cosa sono i santi se non semplicemente questo, fragilità e umanità comprese? Siamo noi ad averli arbitrariamente iscritti a un club esclusivo.

Non per nulla il Concilio Vaticano II, a cui è dedicato l’Anno della fede appena inaugurato dal Papa, parla della santità nel documento sulla Chiesa e ricorda che tutti coloro che credono in Cristo, “di qualsiasi stato o rango”, sono chiamati alla pienezza della vita cristiana, ossia la perfezione dell’amore. “E che tale santità promuove nella società terrena un tenore di vita più umano”. Altro che fuga dal mondo o testa fra le nuvole.

Poco oltre, si trova un’altra affermazione inattesa, là dove sembra capovolta la teoria della meta elevata da raggiungere con ogni sforzo. I discepoli di Gesù, “nel battesimo della fede sono stati fatti veramente figli di Dio e compartecipi della natura divina, e perciò realmente santi. Essi quindi devono, con l’aiuto di Dio, mantenere e perfezionare con la loro vita la santità che hanno ricevuto”. Un tesoro già nelle nostre mani, dunque, non il premio finale per i più buoni.

Un’occhiata alla storia e alla geografia della santità elevata all’onore degli altari, piccola punta di un iceberg non celato agli occhi di Dio, dà ragione della varietà di situazioni, percorsi e vicende. Un caleidoscopio affascinante anche per l’homo mediaticus di oggi, come dimostra la simpatia che tv, cinema, teatro, internet nutrono per i santi e i testimoni del Vangelo.

D’altra parte, come scriveva Joseph Ratzinger quarant’anni fa, «la fede cristiana non la si può descrivere astrattamente: la si può solo documentare riferendosi a uomini che l’hanno vissuta fino nelle ultime conseguenze». Agostino, Francesco, Chiara, Teresa e gli altri, con cui abbiamo molto più in comune di quanto ci differenzino le storie e gli onori. «Come si vede in loro – proseguiva il futuro Papa – la fede è in fondo una determinata passione o, più giustamente, un amore».

post originale i-santi-la-nostra-famiglia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

AcFrosinone

Cittadini degni del vangelo

gianfrancopasquino

QualcosaCheSo

Spazio Libero

Blog di Informazione, Cultura, Scienza, Tempo Libero

OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Damiano Pizzuti

Salute, società, notizie

Marisa Moles's Weblog

Le idee migliori sono proprietà di tutti (Seneca)

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente

altrimenti tutto è arte

Cesidio Vano Blog

“L'insuccesso mi ha dato alla testa!”

Bibliostoria

Risorse web per la storia, eventi, novità in biblioteca

virgoletteblog

non solo notizie e attualità

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: