Che fine faranno i soldi dell’Europa? Italia domani, il sito ufficiale per il PNRR


Italia domani è il nome del sito che ospiterà tutte le info sul Piano nazionale di ripresa e resilienza. Nella pagina iniziale del sito si legge che: Un nuovo Paese è pronto a partire con Italia Domani, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Italia Domani lascerà una preziosa eredità alle generazioni future, dando vita... Continue Reading →

La variante delta nei diversi paesi europei


a cura de Il postA fine giugno l'ECDC, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, aveva stimato che entro la fine di agosto la cosiddetta variante delta avrebbe rappresentato il 90 per cento delle infezioni da coronavirus. È troppo presto per sapere se la previsione sarà corretta, ma nelle ultime due settimane diversi paesi europei... Continue Reading →

Nel nome di S. Benedetto per integrare l’Europa


S. Benedetto la rondine sotto il tetto, questo detto ha segnato l'infanzia di molti di noi: faceva riferimento alla tradizionale ricorrenza religiosa del grande abate di Montecassino, patriarca del monachesimo occidentale, patrono d'Europa. Ora la festa liturgica è spostata a luglio perché troppo spesso coincidente con i riti della Quaresima e della preparazione alla Pasqua,... Continue Reading →

Europa tra recovery fund e MES, per capirci qualcosa


di Andrea Fioravanti Perché hai aperto la newsletter con questa foto strana? Primo, per variare, secondo perché l'immagine è bellissima. Terzo perché questo è uno dei tanti manifesti che giravano in Europa tra il 1947 e il 1948 per sponsorizzare la bontà del Piano Marshall nel Continente dopo la Seconda guerra mondiale. «Cooperazione inter-europea per migliori condizioni di... Continue Reading →

Le scuole degli altri


I finlandesi non hanno più le materie. Nella scuola inglese la storia si studia monograficamente e non cronologicamente e a leggere si comincia a tre anni ma molto gradualmente e per gioco. In Germania si dividono precocemente nei diversi tipi di scuola superiore in base alle loro abilità. Nel sistema d’istruzione cinese ci si gioca tutto con l’Esame di Stato finale, il Gaokao. Nel sistema... Continue Reading →

Essere donna oggi, il punto su tante questioni


Lavoce.info offre uno sguardo complessivo sull'essere donna; Nella giornata delle donne ricordiamo senza compiacimento i progressi graduali nella parità di genere. In Italia la differenza media nelle retribuzioni rimane superiore al 20 per cento, anche se i dati mostrano finalmente qualche crepa nel “soffitto di cristallo”, il tetto che frena l’ascesa femminile alle posizioni di vertice. Le... Continue Reading →

Italia, il paese più frammentato d’Europa


di Francesco Armillei La crescita economica frena, uno strano federalismo si fa strada e prosegue l’emigrazione massiccia di giovani italiani. Nessuno però sembra davvero preoccuparsi del fatto che l’Italia è il paese europeo più frammentato dal punto di vista geografico. L’importanza della geografia La geografia è quella materia che solitamente si smette di studiare dopo... Continue Reading →

La memoria per non ripetere la tragedia


Dobbiamo ricordare per impedire che si ripeta, perché è facile che le minoranze siano perseguitate, costrette ad una non vita. Così il rabbino capo di Roma, Riccardo Di Segni ha esordito nell'incontro Ebrei e Cristiani di fronte alla Shoah, giovedì 14 febbraio 2019, alle ore 18, nell'auditorium diocesano di Frosinone. Ecco il filmato https://youtu.be/jK3fy6dZNao

Le tante ragioni per credere (ancora) nell’Europa


di Elisabetta Cassese Essere italiani sta diventando sempre più scomodo. Non basta vivere in un paese che non cresce economicamente da vent’anni, pagare tasse per servizi che, almeno in alcune parti del territorio, sono radi ed inefficienti, bisogna anche sentire l’umiliazione continua di essere un paese incomprensibile agli altri. Basta mettere il naso fuori casa,... Continue Reading →

Il razzismo e l’Europa


di Ettore Malnati È difficile decidere da quale data cominciare la storia del razzismo. Le basi del razzismo europeo vanno individuate in quelle correnti intellettuali che nell’Europa Occidentale e Centrale acquistarono importanza durante il XVIII secolo , e cioè le nuove scienze dell’Illuminismo e un certo risveglio economico-sociale. Il razzismo in realtà non è stato... Continue Reading →

Frosinone e l’Europa, persi 20 punti in 15 anni


Nel 2000 la provincia di Frosinone viaggiava al 96% della media europea. Nel 2015, ultimi dati disponibili da Eurostat, la percentuale è sprofondata al 77%: il confronto con le province viciniori è altrettanto preoccupante: L'Aquila, nonostante il terremoto, è all'84%, Roma addirittura arriva al 121% confermandosi il motore del Lazio.  Sono dati che fanno riflettere... Continue Reading →

25 marzo 1957 – 25 marzo 2017


Adnkronos - Roma si prepara ad accogliere capi di Stato, di governo e vertici europei in occasione delle cerimonie celebrative del 60esimo Anniversario della firma dei Trattati di Roma che si terranno il prossimo 25 marzo. Gli accordi, firmati nel 1957 in Campidoglio, sancirono l'inizio della grande avventura europea. Una storia scandita da una serie... Continue Reading →

Le provocazioni armate di Putin


di Filippo Femia La Russia preoccupa la Nato e l’Ue. Lo sguardo degli esperti militari sono puntati su Kaliningrad, l’enclave russa tra Polonia e Lituania, diventata una spina nel fianco orientale dell’Europa. Negli ultimi mesi è stato il teatro del più grande dispiegamento di truppe e armamenti russi. Dopo l’annessione della Crimea, Estonia, Lituania e... Continue Reading →

Brexit, le idee confuse di Theresa May


di Gianni De Fraia I tabloid esultano per il discorso apparentemente duro del primo ministro inglese, che però non ha chiarito su quali basi intende trattare con la Ue. La promessa del “risultato migliore” resta un mantra senza contenuto. E l’attuale buona salute dell’economia deve fare i conti con il medio periodo. continua a leggere... Continue Reading →

Hic Rhodus hic salta, il futuro dell’Europa con Trump, Putin e Erdogan


di Luigi Alici In una delle sue opere più conosciute, Rivoluzione personalista e comunitaria (1935), Emmanuel Mounier individua cinque diversi modelli di società: tre di questi, in particolare, possono aiutarci a comprendere alcuni sommovimenti profondi nel sottosuolo della storia, non solo americana, dopo l'elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti. Il primo modello... Continue Reading →

Papa Francesco in Svezia,una Nuova Evangelizzazione dell’Europa


Intervista a cura di Luciano Meddi Oltre a spiegare le modalità della visita e il suo significato, Francesco parla della sfida spirituale per le Chiese «invecchiate»; dell’importanza dell’inquietudine in società segnate dal benessere. A proposito del dialogo ecumenico sottolinea l’importanza di «camminare insieme» per «non restare chiusi in prospettive rigide, perché in queste non c’è... Continue Reading →

Ceccano, Giornate del patrimonio culturale, il Liceo sceglie la Villa Principessa di Piemonte


La Villa Comunale Principessa di Piemonte a Ceccano è stato il bene del patrimonio culturale scelto dal Liceo di Ceccano per le Giornate Europee del patrimonio, fissate per i giorni 24 e 25 settembre. Due classi V hanno esplorato la Villa, una volta giardino del palazzo Antonelli, scoprendone gli aspetti più significativi ed anche gli... Continue Reading →

Aylan, un anno dopo non è cambiato nulla


di Stefano pasta Un anno fa, il 2 settembre 2015, la foto del bambino annegato ritrovato sulla spiaggia turca di Bodrum faceva il giro del pianeta, provocando commozione e sdegno. Ci si affrettò a ricostruire la sua storia: si chiamava Aylan Kurdi, aveva 3 anni, era un curdo di Kobane, la città simbolo della resistenza... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: