Semplificazioni, novità per la scuola


Diverse le novità per la scuola nel recente provvedimento del governo, conosciuto con il nome di decreto Semplificazioni. Le disposizioni in materia di istruzione si trovano nella Sezione III. La cosiddetta“autonomia responsabile” prevede un organico di personale docente ed Ata “funzionale all’attività didattica” complessivamente intesa, e un “organico di rete” per l’integrazione degli alunni diversamente abili, la prevenzione dell’abbandono e il contrasto dell’insuccesso scolastico e formativo, che resterà stabile per almeno un triennio.

Un articolo, che già sta facendo discutere, riguarda il potenziamento del sistema nazionale di valutazione. All’Invalsi, oltre ai compiti attuali, in particolare sulle verifiche degli apprendimenti degli studenti, spetterà il “coordinamento funzionale del sistema nazionale di valutazione” con riferimento alla legge n. 10 del 26/2/2011 (il sistema a tre gambe), e potrà avvalersi della prestazione professionale di “esperti di comprovata e specifica esperienza”. Il corpo ispettivo “autonomo e indipendente”, previsto dalla legge n. 10, al momento infatti non c’è.
Altro punto, che ha fatto allarmare il sindacato Gilda degli insegnanti, è il comma che recita “Le istituzioni scolastiche partecipano, come attività ordinaria d’istituto, alle rilevazioni nazionali degli apprendimenti degli studenti”. In una lettera tempestivamente inviata agli organi istituzionali, il Coordinatore nazionale Rino Di Meglio chiede di rivedere l’ambigua formulazione del testo, che “scarica impropriamente sulle istituzioni scolastiche le funzioni dell’Invalsi” ed è suscettibile di creare conflittualità nelle scuole.
Altre misure di promozione e semplificazione riguardano l’istruzione tecnico-professionalee gli istituti tecnici superiori (Its).

Lungo l’articolo che si occupa di modernizzazione del patrimonio immobiliare scolastico. È previsto in tempi brevi un Piano nazionale di edilizia scolastica per realizzare interventi di ammodernamento e recupero dell’esistente, per mettere in sicurezza gli edifici e costruirne di nuovi, nel rispetto dei criteri di efficienza energetica e di riduzione delle emissioni inquinanti. Si conta di mobilitare capitali pubblici e privati. Il coinvolgimento dei privati sarà sostenuto da agevolazioni amministrative e fiscali.
Fra le mille semplificazioni contenute nel decreto, sembra al momento rinviata quella sul voto di laurea non più determinante ai fini delle graduatorie di alcuni concorsi pubblici.

Qui il testo del decreto semplificazioni articoli scuola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

AcFrosinone

Cittadini degni del vangelo

gianfrancopasquino

QualcosaCheSo

Spazio Libero

Blog di Informazione, Cultura, Scienza, Tempo Libero

OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Damiano Pizzuti

Salute, società, notizie

Marisa Moles's Weblog

Le idee migliori sono proprietà di tutti (Seneca)

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente

altrimenti tutto è arte

Cesidio Vano Blog

“L'insuccesso mi ha dato alla testa!”

Bibliostoria

Risorse web interessanti per la storia, eventi, novità in biblioteca

virgoletteblog

non solo notizie e attualità

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: