Più delle messe, dei rosari, dei pellegrinaggi: ciò che conta è la Misericordia, c’è bisogno di Parola


Andate a imparare che cosa vuol dire: “Misericordia io voglio e non sacrifici”. E’ una frase terribile perché mette con le spalle al muro le persone “religiose”: Gesù contesta loro l’abitudine alla pratica religiosa, alla frequenza di feste e novene, alla recita di rosari, ai pellegrinaggi sempre più di moda per poi mancare clamorosamente nell’essenziale.... Continue Reading →

Portiamo un nome glorioso


Divenuti discepoli del Signore, portiamo un nome glorioso. Ma a che cosa gioverebbe avere un così grande nome senza la coerenza della vita? Vano sarebbe esser nati ed entrati nella Chiesa; anzi sarebbe un tradire il Signore e la sua grazia. Meglio sarebbe non esser nati che aver ricevuto la grazia del Signore e peccare... Continue Reading →

C’è bisogno di Parola, 12: getta le reti… ma il vero miracolo non è la pesca


C’è bisogno di Parola 12 su alessioporcu.it   Non ci fidiamo, non gli crediamo, c’è poco da fare. D’altronde siamo in buona compagnia. Se c’è qualcuno che Gesù rimprovera è proprio Simone, la pietra, quell’uomo su cui Gesù scommette e che pure si oppone ai ragionamenti del maestro che arriva a dirgli: vade retro, Satana… Pietro incarna tutti... Continue Reading →

Affamati ed assetati di giustizia


Il Signore dice: «Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati» (Mt 5, 6). Questa fame non ha nulla a che vedere con la fame corporale e questa sete non chiede una bevanda terrena, ma desidera di avere la sua soddisfazione nel bene della giustizia.   Riconosci, o cristiano, la sublimità della... Continue Reading →

Credere fa bene alla vita, i risultati di una ricerca scientifica


Andrea Laudadio, psicologo cognitivo, docente universitario, ha curato, insieme a Lavinia Mazzocchetti, una ricerca sul rapporto tra la resilienza e la dimensione religiosa. Ne emerge il fatto che i credenti sanno affrontare meglio i problemi della vita. La ricerca è particolarmente interessante per due aspetti: il primo perché riguarda i giovani tra i 16 e i... Continue Reading →

Perché se ne vanno, adolescenti e fede senza amore


di Gilberto Borghi Il 3 luglio su Repubblica Simonetta Fiori scrive un articolo dal titolo: "Il dio dei millennials", in cui rende conto di alcune inchieste italiane, degli ultimi mesi, che tentano di delineare come i "teen ager" di oggi vivono la dimensione religiosa. In sostanza riconferma una percezione per me già ampiamente verificata. Non... Continue Reading →

Io, il cieco


Signore, che io veda! Ascoltai seriamente per la prima volta questo brano nella cappella del seminario di Ferentino, in una riunione della presidenza dell'Azione Cattolica in cui il vescovo Florenzani mi aveva cooptato in quei giorni. Avevo 18 anni. mentre Gesù partiva da Gèrico insieme ai suoi discepoli e a molta folla, il figlio di... Continue Reading →

Giovani e fede, i nuovi credenti?


di Claudio Cristiani In un saggio comparso nel 2010 intitolato La prima generazione incredula, il teologo Armando Matteo ha affrontato con lucida schiettezza il problema della disaffezione dei giovani rispetto alla fede, attribuendo ad essi «una sordità che dice incredulità, ovvero un’assenza di antenne per ciò che la Chiesa è e compie, quando vive e... Continue Reading →

Signore, che io veda!


Mentre Gesù si avvicinava a Gèrico, un cieco era seduto lungo la strada a mendicare. Sentendo passare la gente, domandò che cosa accadesse. Gli annunciarono: «Passa Gesù, il Nazareno!».  Allora gridò dicendo: «Gesù, figlio di Davide, abbi pietà di me!». Quelli che camminavano avanti lo rimproveravano perché tacesse; ma egli gridava ancora più forte: «Figlio... Continue Reading →

La fede che cambia e progredisce


di Vincenzo di Lerins Qualcuno forse potrà domandarsi: non vi sarà mai alcun progresso della religione nella Chiesa di Cristo? Vi sarà certamente e anche molto grande. Chi infatti può esser talmente nemico degli uomini e ostile a Dio da volerlo impedire? Bisognerà tuttavia stare bene attenti che si tratti di un vero progresso della... Continue Reading →

Educare la risposta della fede


di Luciano Meddi La catechesi è in cerca di una sua identità nella missione della Chiesa e soprattutto nei contesti di Nuova Evangelizzazione (=NE). Sono arrivato alla conclusione che il suo compito prioritario – ma non l’unico – sia quello di favorire l’accoglienza della proposta cristiana a partire dai dinamismi culturali propri delle persone e... Continue Reading →

Giovani e religione, oggi


di Gilberto Borghi Qualche giorno fa ho trovato sulle pagine "on line" dell'Espresso-Repubblica questo articolo articolo, a firma di Lorenzo Di Pietro sul tema che da anni mi appassiona: il rapporto tra i giovani, la fede e la religione. Di Pietro, partendo da una serie di dati raccolti da tre fonti diverse, descrive un quadro in... Continue Reading →

Cosa distingue un cristiano?


Manifestiamo Cristo in tutta la nostra vita Tre sono gli elementi che manifestano e distinguono la vita del cristiano: l’azione, la parola e il pensiero. Primo fra questi è il pensiero, al secondo posto viene la parola che dischiude e manifesta con vocaboli ciò che è stato concepito col pensiero. Dopo, in terzo luogo, si... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: