Ceccano, tre comunità, un solo parroco


Da ieri don Tonino Antonetti è parroco anche di S. Giovanni Battista a Ceccano, unendo così tre comunità, “ciascuna con i propri carismi e le prorie caratteristiche, ma unite nello sforzo comune dell’annuncio del vangelo agli uomini d’oggi” come ha detto nel saluto finale. S. Giovanni era strapiena per la messa d’ingresso nella chiesa madre di Ceccano, la più antica, dedicata al patrono S. Giovanni Battista. Il vicario generale, mons. Giovanni Di Stefano, ha ricordato gli arcipreti che hanno preceduto don Tonino, a cominciare da don Giustino Meniconzi, don Igino Ceccanese e poi soprattutto mons. Antonio Piroli, per 40 anni parroco e vicario generale. E poi gli ultimi due predecessori di don Tonino, don Franco Quattrociocchi e don Paolo Dellaperuta che oggi entrerà parroco nella chiesa di S. Paolo a Frosinone.

Ecco il testo integrale del suo saluto:

Carissimi amici,

grazie per essere venuti qui questa sera così numerosi per accompagnare l’inizio del mio ministero come guida di San Giovanni Battista. 
Colgo l’occasione per salutare lei, monsignor Nino di Stefano vicario della nostra diocesi di Frosinone Veroli Ferentino, che è qui stasera in rappresentanza del nostro vescovo, il sindaco di Ceccano e tutte le autorità civili e militati presenti.

Quando il vescovo mi ha comunicato l’intenzione di costituire un’unità pastorale tra le nostre tre comunità di San Nicola, Sacro Cuore e San Giovanni e farmi parroco, ho accolto con gioia la sua decisione e lo ringrazio per la fiducia e la riconoscenza che mostra nei miei confronti.

Mi impegnerò a portare avanti il lavoro che don Paolo ha fatto in questi anni, con il quale mi lega da sempre una profonda amicizia, fin da quando era parroco della mia parrocchia di Giuliano di Roma proprio nel periodo in cui guardando lui maturavo la mia vocazione sacerdotale.

Tuttavia, come ricordavo ai nostri bambini qualche giorno fa, il lavoro in questa parrocchia non inizia né con me né con don Paolo ma è un lavoro che si perde nella notte dei tempi, da quando questa chiesa è stata voluta come chiesa madre di Ceccano dai vostri avi.

Non posso non ricordare l’operato di mons. Antonio Piroli, tanto caro alla comunità di Ceccano ma anche alla nostra diocesi. Un uomo che ha dato tanto a questa Chiesa. Da seminarista stimavo molto questo sacerdote di cui avevo sentito tanto parlare e mai avrei immaginato un giorno di dover prendere il suo posto. Ero presente qui nel giorno del suo funerale e ricordo ancora l’affetto e la commozione di quel momento. Solo chi vive a fondo la sua vocazione sacerdotale ed è in grado di spendersi appieno per gli altri riesce a lasciare nel cuore delle persone un segno così grande. Chi sa entrare così dentro al cuore, sa anche guidarlo e cambiarlo e spero di essere degno di questa eredità che prendo oggi in consegna.

Sarà un impegno importante che solo insieme alla vostra collaborazione potrò portare a termine.

Non sarà sempre facile realizzare questa nuova missione che mi viene oggi affidata. Le nostre tre comunità sono differenti, hanno diversi carismi che continueranno a portare avanti, l’oratorio di don Luigi Mattone al quale si sono formate tante generazioni, il carisma dei Focolari che fa tanto bene al quartiere di Vittorio e non ultimo il cammino dell’Azione Cattolica di San Giovanni Battista, “carisma pilota” di questa comunità che da sempre ha animato tutta l’azione Cattolica diocesana e anche Nazionale, ogni comunità ha fatto il suo percorso di fede ma d’ora in poi, si tratterà di mettere insieme tutto ciò che siamo per camminare in una prospettiva unitaria.
La chiesa madre di San Giovanni ci dovrà essere particolarmente cara, non perché migliore o più bella delle altre ma perché dedicata a San Giovanni Battista, patrono e protettore della città di Ceccano e perché onorando questa chiesa onoreremo e terremo viva la memoria dei vostri e nostri cari che tanto si sono spesi per questa collegiata.

Pertanto mi sento di affidare le nostre parrocchia e il mio ministero al Signore, a San Giovanni e alla preghiera del nostro amico Francesco Alviti che dal cielo veglierà certamente su di noi. Permettetemi di ricordarlo poiché con lui mi ha sempre legato una grande amicizia fin dai tempi dell’Azione Cattolica. In particolare mi ha sempre colpito di Francesco la gioia e l’entusiasmo che metteva in tutto ciò che faceva, vorrei prendere questo suo carisma proprio come esempio da imitare per il mio ministero che inizio qui oggi in mezzo a voi.

Con la fiducia e la speranza che insieme potremo fare grandi cose, vi saluto con affetto e vi benedico!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Spazio Libero

Blog di Informazione, Cultura, Scienza, Tempo Libero

OpinioniWeb-XYZ

Oltre il bar dello sport: opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Damiano Pizzuti

Salute, società, notizie

Marisa Moles's Weblog

Le idee migliori sono proprietà di tutti (Seneca)

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente

altrimenti tutto è arte

Cesidio Vano Blog

“L'insuccesso mi ha dato alla testa!”

Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia

virgoletteblog

non solo notizie in co-blogging

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

RomaCassino Express

Associazione pendolari Roma-Cassino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: