Mettiamoci in ginocchio, quand’è il caso


berg70Sarà dura abbandonare l’immagine che la Chiesa sia una “corporation” nella quale ci sono i “buoni” azionisti che possono licenziare le persone “cattive”. Anzi diciamolo: la Chiesa a volte si ritrova a non avere nulla da insegnare in termini di purezza. A volte la sua corruzione, sebbene più ingenua, è persino più accecante perché ci si attende da essa la purezza.
Mettiamoci dunque in ginocchio quando è il caso.
Vogliamo purificare la Chiesa? L’utopia diabolica consiste nel fatto che si possano creare meccanismi che impediscano all’uomo di peccare: leggi, decreti, sentenze… “Sorvegliare e punire” direbbe Foucault. Questo è il sogno di alcuni: la Chiesa come un vecchio collegio d’altri tempi dove suore e preti purissimi e integerrimi bacchettavano col frustino urlando “vergogna”.
Non è la certezza della purezza che ci rende credibili ed evangelici. No, non è questo che ci salverà e che fa santa la Chiesa. È la croce di Cristo, è la spiritualità profonda, è l’umiltà dell’accusa di sé.
La Chiesa è “casta meretrix”. Dimenticarlo sarebbe la fine della Chiesa.
La Chiesa deve riconoscere che l’unica sua ricchezza non le appartiene, non è sua: è il Vangelo di Cristo che essa è chiamata a diffondere tra la gente. Per questo può prendere la parola. Non per la propria credibilità, ma per quella della Parola di Cristo. Noi siamo guaritori feriti. E a volte dentro la Chiesa riesce pure a farlo meglio un peccatore che un puro! Se non altro perché la misericordia l’ha sperimentata…
Il problema grave sono invece i corrotti. Essi in genere si credono puri e additano gli altri come peccatori, ammantandosi pure di vittimismo.
Il Signore si serve sempre di mezzi inadeguati: la sua forza si rivela nella nostra debolezza. Ma l’unico modo che ha la Chiesa per diffondere il Vangelo è riconoscere la propria povertà. Non siamo sotto la legge, siamo sotto lo sguardo di Cristo.
Dobbiamo fare di tutto per purificarci costantemente, ma non è una chiesa pura di puri che salverà il mondo: questa è una eresia frutto dello spirito cattivo.
La crisi dei nostri giorni può essere provvidenziale. La Chiesa si sente umiliata specialmente se uno dei suoi pastori si trasforma in lupo e divide il gregge (e dunque anch’egli bisognoso di conversione e grande misericordia…). Ma questa è pure l’opportunità di capire come fragile sia il Corpo di Cristo.
E il Vicario di Cristo, deve seguire e imitare il Maestro. Non ha altra via. Lui ha cavalcato non un vigoroso destriero, ma un mulo che va verso Gerusalemme in modo da stare inchiodato in croce, percosso e tradito dai suoi. Questo è il destino del Vicario di Cristo se vuole essere un buon pastore, a imitazione del Maestro.
Nella Chiesa il Vangelo santo che salva i peccatori è dato a peccatori che confidano nella misericordia di Dio e nella infinita pazienza di Cristo.
Antonio Spadaro S.I.

p.s.: a illustrare questa mia riflessione ho aggiunto la foto. Ho deciso di farlo perchè è un intreccio di mani dove tutti si sostengono a vicenda, pastore, gregge, pecora ferita… tutti si danno una mano… il santo popolo fedele di Dio in cammino…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Spazio Libero

Blog di Informazione, Cultura, Scienza, Tempo Libero

OpinioniWeb-XYZ

Oltre il bar dello sport: opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Damiano Pizzuti

Salute, società, notizie

Marisa Moles's Weblog

Le idee migliori sono proprietà di tutti (Seneca)

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente

altrimenti tutto è arte

Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia

virgoletteblog

non solo notizie in co-blogging

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

RomaCassino Express

Associazione pendolari Roma-Cassino

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: