Scuola, per l’Isfol si avanza alla cieca


René-Magritte-Il-Maestro-di-scuola-1955E’ una considerazione amara e pesante quella dell’Isfol sulla scuola e su quante riforme abbia subito in questi ultimi 20 anni. Ecco il testo della sintesi che ne fa Norberto Bottani

L’ISFOL ha composto una mappa concettuale delle riforme scolastiche intraprese in Italia dal 1996 ad oggi. Bel lavoro che offre una visione d’assieme del penoso travaglio italico in materia di politica scolastica. Non si sa dove si va, come si avanza, ma si propongono leggi e decreti a iosa. Più di 200 inventariati dall’ISFOL su cinque grandi temi. Un abito d’Arlecchino. Ecco la presentazione del lavoro fatta dall’ISFOL:

“Con una ricerca che prende in considerazione un arco temporale di quasi 20 anni, circa 200 provvedimenti e ben cinque filoni tematici (formazione professionale, istruzione scolastica, istruzione superiore non accademica, università, Ida ed educazione permanente) la Mappa Education ha l’obiettivo di fornire un panorama del processo di evoluzione del sistema educativo italiano, dal 1996 ad oggi, in relazione all’ingegneria dei percorsi, riunendo sinteticamente le relative norme su ciò che, oggi chiamiamo, “apprendimento permanente”. Nel nostro Paese, tra le normative in essere, è solo a partire dall’articolo 2 della Legge 53/2003, richiamata da altri pilastri normativi come il Decreto legislativo 226/2005, la Legge 296/2006, la Legge 40/2007 e la Legge 10/2011, che si comincia a citare un sistema “educativo” di istruzione e (di) formazione, facendo intendere che, le pur diverse dimensioni di istruzione e formazione, essendo entrambe educative, devono costituire un unico sistema educativo.”

Il linguaggio comune per classare , comparare i sistemi educativi esiste. E’ stato approntato dall’UNESCO ed è utilizzato sia dall’OCSE sia dall ’Unione Europea sia dalla Banca Mondiale per analizzare i sistemi scolastici. Questo strumento , messo a punto faticosamente da anni, si chi chiama ISCED [1] o CITE [2]. Il sistema scolastico e il sistema educativo italiano sono in ritardo rispetto ai sistemi d’avanguardia che sono quelli scandinavi o quelli asiatici o quelli anglosassoni. La mappa dell’ISFOL facile da consultare indicata chiaramente che manca una strategia riformistica . Si avanza alla cieca.

La mappa serve come documentazione. Può essere consultata cliccando qui.

post originale qui

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

AcFrosinone

Cittadini degni del vangelo

gianfrancopasquino

QualcosaCheSo

Spazio Libero

Blog di Informazione, Cultura, Scienza, Tempo Libero

OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Damiano Pizzuti

Salute, società, notizie

Marisa Moles's Weblog

Le idee migliori sono proprietà di tutti (Seneca)

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente

altrimenti tutto è arte

Cesidio Vano Blog

“L'insuccesso mi ha dato alla testa!”

Bibliostoria @ La Statale

Risorse web per la storia, novità ed eventi della Biblioteca di Scienze della storia e della documentazione storica, Università degli Studi di Milano

virgoletteblog

non solo notizie e attualità

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: