Femminicidio e demagogia


La demagogia è uno dei mali peggiori della democrazia: si sviluppa quando i governanti seguono l’onda dell’opinione pubblica piuttosto che leggere la realtà e adottare i conseguenti provvedimenti. Sta accadendo in Italia per il cosiddetto “femminicidio”. Ecco un contributo di Riccardo Cascioli

Femminicidio

“L’ introduzione di figure come l’anonimato dei denunciati, l’arresto obbligatorio per il reato di maltrattamenti in famiglia, l’espansione della cosiddetta flagranza differita, fa arretrare il paese rispetto ad elementari standard di civiltà giuridica che pensavamo acquisiti. Si tratta di figure che ribaltano il principio costituzionale della presunzione di innocenza, per di più in una materia, quella dei rapporti familiari, che si presta anche ad accuse strumentali sulla base delle quali domani si andrà direttamente in galera senza alcun filtro preliminare: uno scenario preoccupante che, se accontenta le istanze dei forcaioli equamente distribuiti tra maggioranza ed opposizione, certamente imbarbarisce il sistema”.

Questa è soltanto una delle durissime accuse lanciate dall’Unione delle Camere Penali al Decreto Legge con cui il governo Letta è voluto intervenire la scorsa settimana sulla presunta emergenza del “femminicidio”. I penalisti accusano di demagogia il governo, che “legifera sull’onda emotiva di fatti di cronaca o del bisogno di lanciare rassicurazioni di facciata all’opinione pubblica fomentata da campagne di stampa”.

Sono parole che tornano in mente dopo aver ascoltato l’irritante conferenza stampa del ministro dell’Interno Angiolino Alfano nel giorno di Ferragosto per la presentazione del Rapporto del Viminale sulle operazioni di polizia. Tutti i giornali hanno ovviamente titolato su un unico dato: il ministero dell’Interno conferma l’emergenza femminicidio, dato che il 30% delle vittime di omicidi è donna.

E la sensazione che questo governo faccia della demagogia su argomenti che trovano facile plauso sui giornali ne esce notevolmente rafforzata.

continua a leggere qui http://www.lanuovabq.it/it/articoli-femminicidioquanta-demagogia-7092.htm

Una risposta a "Femminicidio e demagogia"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

gianfrancopasquino

QualcosaCheSo

Spazio Libero

Blog di Informazione, Cultura, Scienza, Tempo Libero

OpinioniWeb-XYZ

Oltre il bar dello sport: opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Damiano Pizzuti

Salute, società, notizie

Marisa Moles's Weblog

Le idee migliori sono proprietà di tutti (Seneca)

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente

altrimenti tutto è arte

Cesidio Vano Blog

“L'insuccesso mi ha dato alla testa!”

Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia

virgoletteblog

non solo notizie in co-blogging

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: