Diverrà un itinerario europeo il percorso Via Benedicti


Grande soddisfazione per l’Associazione “Alle origini del cammino di San Benedetto” il cui itinerario – come dichiara il presidente notaio Carlo Fragomeni – nell’arco di un anno, otterrà il riconoscimento di “Itinerario Culturale Europeo della Via Benedicti”. La Regione Lazio infatti ha concesso all’associazione l’utilizzo del logo e del sito “Via Benedicti”

 “Nei giorni scorsi – conferma Enzo Del Greco project management – abbiamo registrato con soddisfazione l’adesione e la piena condivisione del nostro obiettivo da parte di personalità di primo piano dell’Ordine di San Benedetto e del mondo della cultura e dell’arte: fr. Bernard Lukasz Sawickiosb professore e docente, organizzatore di attività ed eventi connessi alla Badia Primaziale S. Anselmo di Roma e Curia dell’Abate Primate, di Cesare Romanò, giornalista, scrittore esperto in itinerari Benedettini, di Alberto Giuliani, maestro esperto in canto Gregoriano, di Vincenzo Bianchi scultore e artista dell’omonima fondazione culturale (questi ultimi due hanno accettato di diventare soci onorari della nostra Associazione). Da loro ci verrà una preziosa collaborazione e un avallo autorevole per aprire la nostra esperienza a un mondo più vasto, di cui la convenzione con la Fondazione comunitaria lecchese, che sostiene la ricerca per inserire i siti benedettini nel patrimonio UNESCO, è un primo esempio che dimostra quante potenzialità siano destinate a crearsi con le sinergie che stiamo attivando”.

La vitalità e la capacità di coinvolgimento del percorso intrapreso hanno avuto una prova significativa con il webinar tenuto lo scorso 28 aprile al quale hanno preso parte eminenti personalità come Sergio Bini, professore della LUMSA, Maria Grazia Nasazzi, ed Emilio Amigoni Presidentessa e consigliere storico della Fondazione comunitaria del Lecchese. Il loro intervento, rileva Del Greco, è stato particolarmente gradito e siamo certi che collaborare con loro renderà più proficuo il progetto di Certificazione di ICE “via Benedicti”.

L’incontro è stato caratterizzato dagli importanti interventi di autorevoli esperti della regola benedettina la cui presenza autorizza a guardare con ottimismo la prospettiva dell’ottenimento di una certificazione europea di Itinerario culturale.

Particolarmente apprezzata è stata la partecipazione di fr. Bernard Lukasz Sawickiosb professore e docente, organizzatore di collaborazioni ed eventi connessi alla Badia Primaziale S. Anselmo di Roma e Curia dell’Abate Primate, esperto in Canto Gregoriano che si è detto disponibile – sottolinea Enzo Del Greco –  “ad assisterci nelle iniziative da intraprendere nelle nostre zone”. 

Ruggero Longo, direttore del progetto per Unesco dei siti attivi benedettini, ha evidenziato come il progetto di certificazione UNESCO dei siti Benedettini, avviato con la Fondazione e mediato anche dall’Istituto Treccani, hanno sinergie evidenti, peraltro confermate anche dalla comunicazione dell’Istituto Europeo degli Itinerari Culturali L-2160 Lussemburgo. La documentazione storico-scientifica che ha permesso di inserire i siti benedettini  nella selezione dei siti UNESCO – dice Maria Elena Catelli del direttivo – “verrà messa a nostra disposizione, per la creazione delle ipotesi di Itinerario Culturale Europeo ‘Via Benedicti’.”

Il segretario dell’Associazione Silvio Campoli ha parlato del lungo lavoro che ha portato all’elaborazione di un itinerario che, grazie alla collaborazione di alcuni tecnici del CAI e alla ricerca condotta per la via Benedicti, iniziata nel primo decennio del nuovo secolo, ha permesso di tracciare un cammino rispondente al percorso originale di S. B. del 529 d.C. Gli interventi di Silvio Sparascio, presidente di Turismo verde nazionale, Alessandro Silvestri, socio fondatore dell’Associazione (ha insistito sulla preziosa collaborazione con l’Università di Cassino), Enzo Del Greco (cui è affidato l’importante incarico della comunicazione del progetto “Itinerario”), Luca Masi, progettista ANCI Lazio, hanno completato la ricca panoramica delle prospettive possibili e dell’ampia rete sociale, culturale, economica e religiosa all’interno della quale l’Associazione è riuscita a porsi.

A conclusione del “webinar”, il soddisfatto commento del presidente Carlo Fragomeni: “Attivare il riconoscimento di Itinerario Culturale Europeo significa promuovere l’integrazione e gli scambi culturali tra l’Europa con i nostri territori, di cui potranno essere protagonisti sopratutto i giovani e gli studenti. È un obiettivo strategico sul quale dobbiamo continuare a lavorare perché sarà elemento prezioso nel futuro e avvierà una stagione di attrazione di risorse dirette europee che saranno essenziali per lo sviluppo dei nostri territori”. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

AcFrosinone

Cittadini degni del vangelo

gianfrancopasquino

QualcosaCheSo

Spazio Libero

Blog di Informazione, Cultura, Scienza, Tempo Libero

OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Damiano Pizzuti

Salute, società, notizie

Marisa Moles's Weblog

Le idee migliori sono proprietà di tutti (Seneca)

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente

altrimenti tutto è arte

Cesidio Vano Blog

“L'insuccesso mi ha dato alla testa!”

Bibliostoria

Risorse web interessanti per la storia, eventi, novità in biblioteca

virgoletteblog

non solo notizie e attualità

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: