Letti da rifare: a quale prezzo


img_0033-450x600di Alessandro D’Avenia

«Comunque se uno ha ancora delle domande basta andare su YouPorn». Così risponde un bambino di dieci anni alla sua insegnante, Thérèse Hargot, dopo una lezione sul concepimento. La nota sessuologa belga, che racconta la sua esperienza professionale nel provocatorio libro Una gioventù sessualmente liberata (o quasi), chiede chiarimenti all’alunno e si sente rispondere che lui e il fratello 13enne hanno da tempo affidato al sito di video porno la loro educazione «sentimentale». Qualche giorno fa una mamma di una scuola toscana ha scoperto sul cellulare della figlia un video condiviso tra alunni di medie ed elementari via whatsapp. Nelle immagini una bambina di dieci anni fa sesso con quasi coetanei, e ride, forse inconsapevole o, peggio, esperta della violenza subita. Tempo fa partecipai a un dibattito televisivo sulla pornografia. C’era chi elogiava il porno online dicendo che finalmente chiunque poteva «esprimersi», c’era la pornoattrice, soddisfatta della carriera intrapresa, senz’altro più redditizia di quella da segretaria, ma da cui, per sua stessa ammissione, avrebbe tenuto lontana la figlia. Sostenni, sulla base dell’esperienza professionale e di alcuni studi sui quali mi ero documentato, la correlazione tra la crescita esponenziale del consumo di pornografia e i numeri sempre più preoccupanti di violenza sulle donne. Aggiunsi anche che le prime vittime sono i bambini, che finiscono sui siti per caso e, soprattutto, senza strumenti per comprendere ciò che vedono. In rete e su alcuni giornali fui insultato, ma ricevetti anche conferme, come la lettera di un 25enne: «Avrei voluto essere al tuo fianco e parlare della mia catastrofica esperienza con la pornografia, per fortuna terminata (spero e voglio che sia per sempre). Mi ha colpito la tua frase su ciò che può accadere a un bambino che per sbaglio guardi porno: purtroppo è ciò che è successo a me da piccolo. La mia adolescenza è stata un disastro per colpa di questa “piaga”, una vera e propria porno-dipendenza, alla pari di alcool, sostanze, gioco. Ora sto meglio, ma il cammino per recuperare il controllo su me stesso è stato molto difficile». Recuperare il controllo è il processo – difficile e tutt’altro che garantito – alla base della lotta contro le dipendenze. A quelle odierne, ma se ne parla troppo poco, è stata aggiunta nei manuali di psicologia la pornografia, a causa della grande facilità di accesso a questi contenuti in rete. Il termine ha origine dal greco antico «vendere», da cui pornè (prostituta) con l’aggiunta di grafia (rappresentazione). In italiano è rimasta traccia della radice antica nella parola «prezzo». Di questo si tratta: un mercato di oltre 100 miliardi di dollari l’anno.

continua a leggere qui 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Spazio Libero

Blog di Informazione, Cultura, Scienza, Tempo Libero

OpinioniWeb-XYZ

Oltre il bar dello sport: opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Damiano Pizzuti

Salute, società, notizie

Marisa Moles's Weblog

Le idee migliori sono proprietà di tutti (Seneca)

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente

altrimenti tutto è arte

Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia

virgoletteblog

non solo notizie in co-blogging

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

RomaCassino Express

Associazione pendolari Roma-Cassino

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: