Ceccano e la puzza, consiglio comunale aperto, il punto


inquinamento-1Sabato 16 giugno Palazzo Antonelli, a Ceccano ospiterà il consiglio comunale aperto sulla puzza. Forse val la pena fare un po’ il punto della situazione, per evitare sbandamenti impropri. Innanzitutto dobbiamo essere consapevoli che si tratta di un problema complicato e non risolvibile con l’olfatto: non è il nostro naso che ci può dire chi inquina il fiume. Il naso ci mette in allarme ma è la ricerca scientifica e la tecnologia che devono individuare gli agenti inquinanti ed inseguire gli avvelenatori. E poi ci troviamo di fronte a “puzze” molto differenti: una cosa è quella “merdosa” che ci ha rovinato le sere primaverili,  altro è quella che invece pervase l’atmosfera nello scorso ottobre quando si dovettero evacuare le scuole di Passo del Cardinale. Allora percepivamo una specie di puzza di gas  e poi l’Arpa, l’agenzia regionale, ci ha detto che si trattava di anidride solforosa, in concentrazioni non pericolose ma certamente non salutari.  Come pure quella comunemente chiamata la “puzza delle crocchette” che probabilmente deriva da produzioni di mangimi per animali… Tutte situazioni diverse che fanno capo a responsabilità differenti.  Purtroppo le “puzze” non sono l’elemento più pericoloso, anche se fastidioso. Le polveri sottili invece non ci urtano l’olfatto ma scendono direttamente nei polmoni e ci buggerano il sistema cardiocircolatorio: secondo le statistiche 25 persone ogni anno, a Ceccano, hanno la vita accorciata dalle polveri che hanno respirato. E gran parte di queste polveri le produciamo noi con migliaia di camini e stufe a pellet. Tutto complicato. C’è poi la questione dell’inquinamento dei terreni prospicienti il fiume Sacco… tale complessità  chiede a gran voce che non ci sia l’iniziativa di un solo comune ma che ci sia l’accordo tra i diversi enti che hanno responsabilità, altrimenti tutto è inutile. E’ evidente che la Regione e la Provincia hanno responsabilità importanti ma anche i comuni devono capire che non possono andare in ordine sparso magari cavalcando l’onda dell’indignazione popolare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

OpinioniWeb-XYZ

Oltre il bar dello sport: opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Marisa Moles's Weblog

Le idee migliori sono proprietà di tutti (Seneca)

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente,

altrimenti tutto è arte.

Cesidio Vano Blog

“L'insuccesso mi ha dato alla testa!”

Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia

virgoletteblog

non solo notizie in co-blogging

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

RomaCassino Express

Associazione pendolari Roma-Cassino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: