Eppure, a ben pensarci…


caravaggio Nativita_con_i_santi_Francesco_e_Lorenzo-437x600di Maurizio Patriciello

Eppure, a ben pensarci, la bramosia di possesso, di potere, di piaceri che tanto ci attanaglia, potrebbe essere una prova dell’esistenza di Dio. Di certo sta a dimostrare che l’uomo non si accontenta di ciò che mangia. Che ha dentro una voragine che lo attrae e gli fa male e che tenta di colmare in tutti i modi. Che gli fa guardare al futuro con una sorta di paura e di apprensione. E quelle domande che ci martellano in testa e ci svegliano nel cuore della notte: ma davvero, poi, finisce tutto? E se ci fosse un Oltre? Che so, una sorte di secondo parto? E la mente che si arrovella a pensare all’origine della vita. Tutti, credenti, agnostici, atei, non possono non avvertire le vertigini quando si mettono a indagare. Ma da dove è sbucato il sole? E quell’ immenso, sterminato oceano di stelle? E la vita umana? Da impazzire. La nostra mente non regge. Tutto è così folle. Tutto così vero. Tutto così strano. Tutto così bello. Siamo avvolti nel mistero. Questa vita, bella o brutta, ricca o povera, ci appartiene. E noi la stiamo attraversando. Questo è il nostro tempo. Un altro non ci sarà dato.

Lo dobbiamo assaporare come si fa con il vino buono. La vita è nostra ma non ne siamo i padroni. Dio, poi. Nessuno lo ha mai visto. C’era il rischio che gli uomini si sbagliassero su di lui. Che lo immaginassero collerico e dispotico. Prepotente e vendicativo. Non doveva accadere. Assolutamente. Sbagliandosi su Dio l’uomo avrebbe sbagliato su tutto il resto. Perciò venne in mezzo a noi, si fece uomo come noi. L’Incarnazione è la prova che l’uomo non ha prezzo. Non potrà essere comprato o venduto; ingannato o barattato. Vale più di tutto l’universo messo insieme. Nel bimbo di nome Gesù, Dio annulla le distanze tra il cielo e la terra. Ci dice chi siamo. Di che cosa abbiamo bisogno. Ci fa la diagnosi e ci indica la terapia. Dal giorno in cui venne ad abitare in mezzo a noi chiunque può gustare la felicità. Chiunque può raggiungere la vetta della sua stessa umanità. Gesù di Nazaret ci mette in guardia da noi stessi. Dai rischi e dai pericoli che ci insidiano. Non solo ci indica la via, ma Egli stesso si fa via. “ Per questo t’ amo. Altri mi indicavano la meta. Tu mi hai rifatto la strada sotto i passi…” canta don Giuseppe, un prete campano. Ci fa toccar con mano la bellezza e la fragilità della nostra vita e ci invita a dissetarci alla pienezza della Sua. Ci implora: « Venite alla sorgente. Non si paga niente. Venite a dissetarvi…». Tutto è dono. Tutto è grazia. Suo Padre è anche nostro padre. Dal giorno in cui l’ Emmanuele fece il suo ingresso nella storia. il mondo non è più lo stesso. Dio ama abitare e riposare in mezzo a noi. Da quando il vagito di Gesù Bambino rallegrò la gelida notte di Betlemme la speranza non è più una semplice parola. Dio si è fatto uomo per stare accanto all’uomo. Meglio, per fondersi con l’uomo. Incredibile. Stupendo. Gesù, vero Dio e vero uomo, ci dice che ogni uomo gli appartiene. Uomo per te Dio è nato, per te Dio è morto. A te Dio si dona. E riterrà fatto a sé tutto il bene che avrai fatto a tuo fratello. Asciuga, dunque, le sue lacrime. Dagli da mangiare. Stagli accanto quando vacilla. Niente andrà perduto. Anzi, per l’eternità – ritornano le vertigini! – sarai ricompensato. Punta al Verità. Bussa. Cerca. Indaga. Ne hai il diritto. Fallo, prima che questo breve giorno ti consegni all’ombra della sera. Fidati delle istanze più profonde del tuo cuore. In questo dolcissimo e misterioso giorno di Natale, arrenditi. Inginocchiati davanti alla Grotta e, se ne hai voglia, piangi. Non ne provar vergogna. Poi getta sul Bambino il peso che ti opprime e lasciati cullare. Non resterai deluso. Passerai di luce in luce. Di gloria in gloria. Buon Natale, sorelle e fratelli carissimo… buon Natale… Padre Maurizio Patriciello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Spazio Libero

Blog di Informazione, Cultura, Scienza, Tempo Libero

OpinioniWeb-XYZ

Oltre il bar dello sport: opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Damiano Pizzuti

Salute, società, notizie

Marisa Moles's Weblog

Le idee migliori sono proprietà di tutti (Seneca)

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente,

altrimenti tutto è arte.

Cesidio Vano Blog

“L'insuccesso mi ha dato alla testa!”

Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia

virgoletteblog

non solo notizie in co-blogging

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

RomaCassino Express

Associazione pendolari Roma-Cassino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: