Pulire le carrozze costa come un treno nuovo


"Operazione treni puliti" a Frosinone ( Foto: INTERNET)“Operazione treni puliti” a Frosinone 

Roma, 14 mag. – (Adnkronos) – «Operazione treni puliti», arriva domani alla stazione Frosinone e vi rimarrà fino il 18 maggio. La mostra sarà aperta al pubblico: il 15 maggio dalle 10 alle 17,30 e i restanti giorni dalle 8.00 alle 17,30. L’iniziativa illustra l’impegno di Trenitalia Lazio per rendere i treni regionali più puliti e decorosi. Ripercorrendo un processo iniziato nel 2010, l’esposizione spiega l’evoluzione delle tecniche di pulizia adottate e chiarisce, attraverso cifre e costi, l’impegno assunto da Trenitalia.

L’obiettivo è quello di coinvolgere il pubblico sull’incidenza economica e sociale di atti vandalici come rottura dei vetri e delle plafoniere, tagli e scritte ai sedili, scarico di estintori, e di inciviltà come scarpe sui sedili, rifiuti abbandonati in treno che comportano grossi sprechi di tempo e di denaro, «rubati» alle attività migliorative del servizio. Trenitalia lazio nel 2011 ha speso 3 milioni 300 mila euro per riparare i danni esterni ed interni alle carrozze e ai locomotori.
A questa spesa va poi aggiunto il danno di immagine: con la stessa cifra si sarebbe potuto acquistare un nuovo treno regionale.

Sono stati rimossi 85.503 mq di graffiti, che coprono una superficie pari a 10 campi di calcio, per un costo di 521 mila euro per la sola rimozione cui vanno aggiunti 405 mila euro per il «fermo vetture»(lo stop dei treni nelle officine), 108 mila euro per lo smaltimento dei reflui, 126 mila euro per la progettazione e realizzazione di un depuratore a Orte, 820 mila euro per il reintegro del materiale danneggiato (foderine ecopelle, arredi, pellicolature) e 1 milione e 400 mila euro per la manodopera.

Qui il post originale 61109-A-Frosinone-arriva-Operazione-treni-puliti-

Una risposta a "Pulire le carrozze costa come un treno nuovo"

Add yours

  1. E’ vero il problema dei graffiti sono una realtà visibile a tutti, che un innegabile costo a carico dei consumatori, anche il comportamento, non sempre molto civile, di alcune persone è facilmente verificabile,c’è gente che metti i piedi sui sedili senza pensare che dopo di loro ci saranno altre persone che dovranno sedersi li. Anche i residui di cibo sono visibili ( senza scendere nei dettagli) ma se non ricordo male le pulizie dei treni sono leggermente ridotte ( vorrei che vedeste come puliscono). Ma provate a viaggiare sui treni ( in modo particolare i vivalto tanto nominati da Moretti e compagni) in modo particolare durante l’inverno, Dicembre, Gennaio, Febbraio, Marzo, alle ore 06.37, con l’aria calda che non funziona mai, sottolineo mai, tanto che noi pendolari ci siamo organizzati, portiamo sempre con noi del nastro isolante che mettiamo sulle bocchette dell’aria per impedire che esca l’aria fredda, poi portiamo sempre delle enormi sciarpe e talvolta anche delle copertine, per impedire di ammalarci ( non sempre ci riusciamo). Che dire invece del treno tra Maggio ed Ottobre, possibilmente ne l primo pomeriggio ( partenza da Roma alle 14.40, 15.40, ecc)dopo che il treno è rimasto sotto il sole per un tempo indefinito, con i finestrini sigillati ( perchè si presume che ci sia l’aria condizionata) quindi ci si deve organizzare con acqua in quantità, un asciugamano ed un ventilatore di quelli con le pile e con il tacito accordo tra i pendolari “se proprio devi morire fallo quando siamo giunti a casa”. Che dire delle partenze in ritardo ( in modo particolare il Venerd’ che casualità) normalmente tra i 15/40 minuti, per quello che loro definiscono “ritardo nell’allestimento del treno” ( scusate ma non era nel deposito?), i ritardi sono costanti sia in partenza da Ceccano che per ritornare, i miei colleghi quando arrivo tardi in ufficio non mi chiedono più nulla, mi guardano sconsolati e basta.
    Sappiate incauti passeggeri che i servizi igenici non funzionano ( quindi organizzatevi per le vs. esigenze corporali), ricordatevi anche che già da Ceccano c’è carenza di posti, perchè si paga il viaggio non il posto per sedersi, che dire delle litigate tra Colleferro e Roma, perchè viaggiamo tutti pigiati, ma con la certezza che nessuno cadrà mai ( perchè sostenuto dagli altri). Qualche anno fa ho letto un articolo in merito ad uno studio effettuato in Inghilterra sui loro pendolari, ed hanno valutato che il loro stres era paragonabile a quello dei piloti da caccia durante le missioni, fortunatamente quello studio non è stato fatto sui pendolari italiani, sai che sorprese.
    Per concludere se volete vivere situazioni estreme, non c’è bisogno di cercare paesi esotici e problematici, acquistate un biglietto per Roma e….in bocca al lupo e tanta pietà per il lupo.
    Scusa lo sfogo di un pendolare professionista, ciao Enrica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

AcFrosinone

Cittadini degni del vangelo

gianfrancopasquino

QualcosaCheSo

Spazio Libero

Blog di Informazione, Cultura, Scienza, Tempo Libero

OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Damiano Pizzuti

Salute, società, notizie

Marisa Moles's Weblog

Le idee migliori sono proprietà di tutti (Seneca)

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente

altrimenti tutto è arte

Cesidio Vano Blog

“L'insuccesso mi ha dato alla testa!”

Bibliostoria @ La Statale

Risorse web per la storia, novità ed eventi della Biblioteca di Scienze della storia e della documentazione storica, Università degli Studi di Milano

virgoletteblog

non solo notizie e attualità

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: