Difendete le vittime dell’ingiustizia


Questo l’appello ai ceccanesi del vescovo diocesano, mons. Spreafico, nell’omelia della messa di S. Giovanni, patrono della città, giovedì 23 giugno, prima della processione.

Di fronte al sindaco in fascia tricolore, accompagnato dal gonfalone, e alla Collegiata colma di fedeli, il presule ha invitato i cristiani a farsi paladini di coloro che sono vittime dell’ingiustizia.

“Prendete esempio dal vostro patrono – ha detto Spreafico – non abbiate paura. Rendetevi conto che troppe volte omettiamo di fare il bene ed in quel caso siamo responsabili del male che da questa mancanza di bene deriva. Fatevi difensori delle vittime dell’ingiustizia. Sostenete il giusto davanti alla protervia del prepotente!”

Mons. Spreafico ha anche insistito sull’appello all’unità della città per dare ai giovani un futuro migliore e rendere Ceccano sempre più accogliente. In particolare, il vescovo ha chiesto alle comunità cristiane di essere esempio di unità e collaborazione.

Una risposta a "Difendete le vittime dell’ingiustizia"

Add yours

  1. L’Etica della vita, impone al Governo e a chi di Dovere, di intervenire e di farla finita una volta per tutte, con queste onerose Schifezze delle fetentissime intercettazioni ABUSIVE, al semplice e sollazzevole comando di qualsiasi incapace Leguleio da strapazzo, che quando (caso raro) non distrugge anche il Lavoro e la Famiglia di qualche sventurato essere umano che gli capita a tiro, grullescamente spreca, dissipa e sperpera a man bassa i soldi dello Stato; invece di lavorare seriamente e Coscienziosamente, come fa la stragrande maggioranza dei loro colleghi, gli Onesti Magistrati.

    Il considerevole tempo che dedicano ad Origliare, viene rubato al loro principale Dovere, che sarebbe quello di andare a sentire la gran massa di Derelitti che affolla le Carceri, spesso per anni e senza sufficienti motivi; ma ancor più spesso per la loro Albagia da Conquistatori; ciò andrebbe fatto anche per rispetto al privilegiato e congruo stipendio che alcuni sciagurati del genere, da questo tanto martoriato Paese (da loro stessi, in primis), invece percepiscono indegnamente e puntualmente ad ogni fine mese.

    Il turpe compiacimento di questi Ignobili Individui, di sguazzare vigliaccamente in questo pruriginoso ludibrio da Spione, comporta oltre agli incommensurabili danni (dissanguatori della Nazione) che tale degenerazione Morale e illegale provoca nell’Onesta popolazione, pure l’inconveniente che a causa di questa vergognosa e incontenibile smania di SPIARE morbosamente i fatti degli altri, questi grandi Orecchioni Criminali, col casino che hanno combinato e stanno facendo, purtroppo mandando a puttane anche le utenze telefoniche dei poveri Cristi.

    Pertanto, il fellonesco andazzo in atto, crea grossi problemi pure e principalmente a tanta gente che non ha niente a che vedere coi Briganti Giudiziari, coi loro Compari Politici (Associati e affini) e coi loro clienti; a cominciare dalla povera Nonnuzza che ha bisogno di chiamare subito il Dottore ed invece incappa in qualche maldestro Lestofante, che armeggiando bricconescamente nella Centrale di Spionaggio, oltre a farle girare le palle, le fa arrivare anche una sfaccimma di bolletta; con tanto di successiva persecuzione a vita da parte di Equitalia (e soci, o sorci (?)).

    Taci Emerito Ignorante !!! — Così, disse in aula a Torino, l’avvocato al Giudicione (ve lo ricordate, bravi Sumà, che ghignate …); e fu così che iniziò la grassa carriera il valente Suino, un grandissimo Farabutto, caporione di Perfidi Cialtroni; tuttora a guardia del pingue ed esclusivo truogolo; Puah; alla faccia di questi abbietti e disonorandi Vermi e dei loro miserabili manutengoli !!!

    Grazie al Cielo, finalmente qualcosa (o qualcuno dall’Alto dei Cieli (?)) si muove e un vivido raggio di luce squarcia le Tenebre dell’orrendo GIUDICIUME, illuminando così l’infelice Italia sulla via maestra da seguire, al fine di evitare in avvenire, che un mancato o tardivo scappellamento, al passaggio o al dire di qualche Eccellentissimo Scellerato, continui a perpetuare il turpe andazzo da parte della Grandissima Vergogna d’Italia; così come troppo spesso si è verificato finora, con impuniti e infami Oltraggi al Popolo Sovrano.

    Grazie per il suo coraggio e la sua morigeratezza, Signor Ministro Alfano; Sapiente e chiaro Galantuomo. Così, da questa barricata della Libertà e forse per l’ultima volta, parlò il povero Zione, vecchio avanzo di Galera …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

AcFrosinone

Cittadini degni del vangelo

gianfrancopasquino

QualcosaCheSo

Spazio Libero

Blog di Informazione, Cultura, Scienza, Tempo Libero

OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Damiano Pizzuti

Salute, società, notizie

Marisa Moles's Weblog

Le idee migliori sono proprietà di tutti (Seneca)

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente

altrimenti tutto è arte

Cesidio Vano Blog

“L'insuccesso mi ha dato alla testa!”

Bibliostoria

Risorse web interessanti per la storia, eventi, novità in biblioteca

virgoletteblog

non solo notizie e attualità

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: