Il monumento all’inutilità


CECCANO _  Il monumento all’inutilità, il più stupido dei parcheggi. E’ quello costruito sotto l’antico sito della Chiesa di S. Pietro, nel quartiere Pisciarello, distrutta dai bombardamenti alleati il 3 ottobre del 1943. Lì il comune ha speso centinaia di milioni per un area di parcheggio che non è utilizzata da nessuno. E’ lontana dalla Piazza XXV Luglio, non è servita da una navetta, non ci sono passaggi pedonali facilmente percorribili.  Sta lì a mostrare come possa essere sperperato il pubblico denaro per opere che nessuno aveva chiesto e che sono state soltanto nelle mente di qualche progettista preoccupato di spendere per aumentare la propria parcella. Il parcheggio infatti faceva parte delle opere di urbanizzazione di un progetto finanziato dalla Regione Lazio per oltre 8 miliardi di vecchie lire, un po’ più di 4 milioni di euro. Gli 8 miliardi servivano per realizzare 12 appartamenti popolari e poi una valanga di opere di urbanizzazione nel quartiere S. Pietro, il più colpito dalle bombe inglesi ed americane. Alla fine i Ceccanesi hanno visto scomparire tutte le pavimentazioni medievali sostituite dal porfido adatto sicuramente ad un giardino pubblico sul lungo mare ma non certamente in strade che hanno visto passare oltre dieci secoli di storia. Si sono salvati soltanto alcuni metri in via Bella Torre. Ma i Ceccanesi hanno perso anche l’ultima delle costruzioni medievali in via Madonna degli Angeli. Oggi al suo posto c’è un elegante appartamento con le mura imbiancate e la pietra serena completamente sparita. Per non parlare di tutte le inserzioni metalliche che la incorniciano, fra l’altro sporgendo ad altezza d’uomo sulla sede stradale. Insomma, uno schiaffo dal punto di vista storico e culturale non compensato neppure dall’utilità di un’urbanizzazione che sta per essere risucchiata dalla vegetazione. Sarebbe bastato ragionare un po’ di più, confrontarsi e magari convertire un parcheggio in un tappeto mobile che collegasse davvero i parcheggi già esistenti in S. Pietro con la Piazza XXV Luglio. Allora sì che il quartiere sarebbe rinato. E che si sarebbe dato un servizio efficiente alla città con una vera opera di urbanizzazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

AcFrosinone

Cittadini degni del vangelo

gianfrancopasquino

QualcosaCheSo

Spazio Libero

Blog di Informazione, Cultura, Scienza, Tempo Libero

OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Damiano Pizzuti

Salute, società, notizie

Marisa Moles's Weblog

Le idee migliori sono proprietà di tutti (Seneca)

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente

altrimenti tutto è arte

Cesidio Vano Blog

“L'insuccesso mi ha dato alla testa!”

Bibliostoria

Risorse web per la storia, eventi, novità in biblioteca

virgoletteblog

non solo notizie e attualità

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: