Grazie


Il primo grazie a Te, Signore, perché ci hai dato Francesco, il nostro unico figlio che noi abbiamo amato e continueremo sempre ad amare.

Ti diciamo ancora grazie, per il coraggio e la forza che gli hai dato nell’affrontare la sua malattia e di conseguenza per il coraggio e la forza che hai donato a noi.Senza di loro, come avremmo fatto?

Grazie alla nostra famiglia, a nonna Michelina,a Fausta, a Carlo e Colomba, con Marta e Giulio, a Peppino e Marisa con Enrico e la sua Daniela,a Giovanni e Loreta, ad Antonio e Loredana con Francesco e Chiara: ora, dopo questi dieci mesi, è una famiglia più salda e solidale. Senza di loro, come avremmo fatto?

Grazie ai medici che hanno curato Francesco: a Massimo Rinaldi, a Silvia Carpano, a tutti gli altri di Oncologia Medica B del Regina Elena di Roma. Grazie agli infermieri… Senza di loro, come avremmo fatto?

Grazie ai compagni di stanza di Francesco: sono stati sempre per lui sprone a non mollare… s1enza di loro, come avremmo fatto?

Grazie al reparto di rianimazione dell’ospedale di Frosinone, a Sandra Spaziani, a Consuelo Orgheddu, che hanno accompagnato Francesco nelle sue ultime ore, consentendogli di morire con dignità. Senza di loro, come avremmo fatto?

Grazie ai volontari dell’assistenza oncologica, alla Wellness a Ceccano, e a quelli del Regina Elena di Roma… Senza di loro, come avremmo fatto?

Grazie agli amici: quelli di Francesco innanzitutto,la sua classe del liceo, gli amici del Conservatorio, quelli dell’Accademia, quelli delle bande e delle orchestre. Gli hanno dimostrato vicinanza continua anche nei lunghi mesi del ricovero romano; che grande sorpresa, piacevole, vedere quanti amici aveva. Grazie ai nostri amici, ai colleghi, a quelli del coro, quelli dell’Azione Cattolica… Senza di loro, come avremmo fatto?

Grazie a don Franco e agli altri sacerdoti di Ceccano. Grazie a don Savatore Boccaccio che, pur dal suo letto, si interessava e pregava per Francesco e per la sua famiglia. Grazie a mons. Spreafico, vescovo di Frosinone, che pur non conoscendo nostro figlio, ha voluto celebrare lui le esequie. Senza di loro, come avremmo fatto?

Grazie ai nostri alunni: da oggi sono ancora di più nostri splendidi figli! Senza di loro, come avremmo fatto e come affronteremmo il futuro?

Grazie alle Istituzioni: al sig. Sindaco e al Comune, alla Asl,ai servizi per le protesi e a quello dell’assistenza domiciliare; grazie al Conservatorio Licinio Refice di Frosinone, al suo direttore e ai suoi professori, grazie al maestro Caggiano e ai compagni della classe di percussioni; grazie all’Accademia di Belle Arti di Frosinone.

Grazie al sig. Prefetto che oggi è voluto essere con noi, in chiesa, accanto a Francesco. Senza di loro, come avremmo fatto? Grazie alla musica: è stata la compagna della vita di Francesco fino all’ultimo, espressione alta della sua anima bella e semplice. Grazie a quanti hanno suonato con lui, a quanti l’hanno ascoltato, a quanti l’hanno applaudito. Grazie all’Orchestra di fiati di Ferentino, alla Marchin’ Band di Amaseno, alla Banda Comunale di Ceccano. Grazie.

Grazie a te, Francesco: sei stato con noi 22 splendidi anni, i più belli della nostra vita. Abbiamo fatto tante cose assieme, ci rincontreremo un giorno, lo sappiamo per certo e le ricorderemo tutte, insieme. Grazie… senza di te, come avremmo fatto?

Infine, grazie, Signore,di averci fatto vivere con Francesco. Ora lo affidiamo nelle tue mani e sappiamo che è al sicuro. Grazie… Come avremmo fatto, senza di te?

Vittoria e Pietro Alviti

2 risposte a "Grazie"

Add yours

  1. Nella vita nulla accade per caso, tutto è opera del Signore che, come meno ce lo aspettiamo ci mostra la Sua presenza.
    Grazie Signore perchè attraverso voi, Francesco, Vittoria e Pietro, ci hai mostrato, ancora una volta, come solo attraverso Te, si possa affrontare la vita, solo attraverso le persone che Ti amano Ti mostri al mondo, soprattutto nella sofferenza!
    Noi non ci conosciamo bene, ma è come se da sempre fossimo uniti; da genitore e da cristiana che ha avuto l’onore di essere raccolta da Cristo, Lo ringrazio di aver messo sul mio cammino persone straordinariamente grandi e di esempio come voi siete state e siete, per me e per i miei figli, che, stando con voi tutti i giorni, sento essere anche vostri figli.
    L’anno prossimo vi affiderò anche mio figlio Felice, così avrete un altro figlio da amare e che sono certa vi amerà!
    Vi sono vicina più di quanto si possa immaginare perchè il Signore che è notra guida ed Amore assoluto fa parlare i nostri cuori!
    Sono certa che le nostre strade non si divideranno, ora che Cristo ci le ha unite!
    Sono con voi col cuore e con la preghiera…
    Grazie Signore per averceli dati!!!
    Iris Chiominto

  2. Grazie a voi, Pietro e Vittoria, che nell’ora piu’ dura della Prova avete saputo renderci una straordinaria testimonianza di fede. Il Signore continui ad infondervi forza.
    Vi sono vicino con la preghiera.
    Margherita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

AcFrosinone

Cittadini degni del vangelo

gianfrancopasquino

QualcosaCheSo

Spazio Libero

Blog di Informazione, Cultura, Scienza, Tempo Libero

OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Damiano Pizzuti

Salute, società, notizie

Marisa Moles's Weblog

Le idee migliori sono proprietà di tutti (Seneca)

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente

altrimenti tutto è arte

Cesidio Vano Blog

“L'insuccesso mi ha dato alla testa!”

Bibliostoria @ La Statale

Risorse web per la storia, novità ed eventi della Biblioteca di Scienze della storia e della documentazione storica, Università degli Studi di Milano

virgoletteblog

non solo notizie e attualità

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: