Ceccano, tra furti e contumelie ad un povero blogger


Dinanzi alle contumelie che in queste ultime ore mi sono sentito rivolgere anche da autorità amministrative della città di Ceccano, da consiglieri comunali o aspiranti tali, da responsabili di formazioni politiche, da cittadini che non conosco e con i quali mi piacerebbe parlare a quattr’occhi, per avere un confronto, mi piace chiarire alcuni punti:

quello che state leggendo è un blog, un mio sito personale, pagato esclusivamente da me, e su cui scrivo quello che voglio. Un grande strumento di libertà. Nessuno è obbligato a leggerlo. Preciso anche che non riscuoto alcuna remunerazione da chicchessia;

nei momenti di emergenza, (nevicate, incendi, piogge torrenziali, puzza…) questo blog ha svolto una funzione pubblica di informazione, a causa soprattutto dei ritardi delle diverse istituzioni che non hanno ancora compreso l’importanza di una comunicazione immediata con la cittadinanza: in questi giorni il blog ha registrato punte di oltre 9 mila accessi al giorno, a dimostrazione di quanta fame ci sia di informazione

preciso, anche se non ce ne sarebbe bisogno, grazie alla nostra Carta Costituzionale, che sono regolarmente iscritto all’albo dei giornalisti fin dal 1992 e svolgo attività giornalistica sin dal 1973, collaborando con diversi quotidiani, periodici, blog, sia a livello locale che a livello nazionale

E’ possibile scrivere al blog, commentare, scrivermi una mail, chiedere integrazioni e rettifiche ai sensi della legge sulla stampa. Tutto viene puntualmente pubblicato, tranne ovviamente gli insulti, che invece hanno altre sedi per essere giustamente verificati

Sulla veridicità delle notizie riportate, ritengo sia assolutamente vero che in queste ultime settimane a Ceccano ci sia stato grande allarme sociale, un numero di furti elevato, altrettanti tentativi andati fortunatamente a vuoto; ritengo sia vero, anche perché li ho visti con i miei occhi, che ci siano gruppi di cittadini intenzionati a farsi giustizia da sé; ritengo sia vero che ormai sono diverse notti che si sentono spari in tutte le contrade di Ceccano, ritengo sia vero che ci siano famiglie spaventate e a me sembra che questa sia un’emergenza.

In ogni caso, invito chiunque lo ritenga necessario ad evidenziare quale fatto sia stato pubblicato in modo non corrispondente al vero e soprattutto in maniera tendenziosa. Altrimenti rimane il giochino solito: se c’è qualcosa che non va è colpa di chi la rende nota. Succede ad ogni livello, accade anche a Ceccano. Mi permetto di ricordare che nel passato, quando Palazzo Antonelli era amministrato da forze diverse dalle attuali, fui anche denunciato all’ordine dei giornalisti dal sindaco di allora perché raccontavo notizie che alle giunte in carica non piacevano… Ovviamente l’ordine non prese nemmeno in considerazione la nota dell’allora sindaco. Ricordo anche che tra gli attuali denigratori dello “pseudogiornalista” c’è anche chi in situazioni analoghe, ma in ruolo diverso, quello dell’opposizione, chiese intervento di prefetto, questore, convocazione di consigli comunali straordinari etc. ma probabilmente l’ha dimenticato.

8 risposte a "Ceccano, tra furti e contumelie ad un povero blogger"

Add yours

  1. Sebbene le mie idee non collimino per buona parte con le tue ( comunione e liberazione etc.) ti ho sempre ammirato per la tua grande cultura e per la tua onestà intellettuale che non brucerebbe mai un libro qualunque ne sia il contenuto.
    Da anni ormai primeggia altro….
    Non ti curar di loro , ma guarda e…scrivi !

  2. Mi scuso per l’imprecisione su CL, ma l’oggetto principale del mio messaggio non era quello.

  3. “Dove si bruciano i liberi, si finirà per bruciare anche gli uomini”
    Frase non mia, bensì di Heinrich Heine, poeta romantico tedesco del XIX secolo, non propriamente una “zecca rossa” quindi.
    Ma la citazione è fin troppo dotta, se rapportata alla minuscola statura del nostro ineffabile assessorino; meglio limitarsi ad un : ” … una risata lo seppellirà …”.
    Ciao Piè!

    Ugo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

gianfrancopasquino

QualcosaCheSo

Spazio Libero

Blog di Informazione, Cultura, Scienza, Tempo Libero

OpinioniWeb-XYZ

Oltre il bar dello sport: opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Damiano Pizzuti

Salute, società, notizie

Marisa Moles's Weblog

Le idee migliori sono proprietà di tutti (Seneca)

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente

altrimenti tutto è arte

Cesidio Vano Blog

“L'insuccesso mi ha dato alla testa!”

Bibliostoria

Risorse web interessanti per la storia, eventi, novità in biblioteca

virgoletteblog

non solo notizie in co-blogging

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: