Il Palio a Porta S. Angelo


Quantcast
Porta S. Angelo vince il IV Palio di Egidia, strappando il drappo a Porta Castello, detentrice da due anni, dopo che nella prima edizione  si era affermata Porta S. Giovanni. In una splendida cornice di colori, con oltre 500 personaggi in costume, si è così concluso il Corteo Storico, organizzato dal Liceo Scientifico di Ceccano, in collaborazione con l’Istituto Tecnico Commerciale di Ceccano, l’Istituto Professionale per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione Michelangelo Buonarroti, la Scuola Media di Ceccano, la Direzione Diattica n. 1 e la Scuola paritaria S. Giovanna Antida. La lunga teoria di principi e cardinali, vescovi e nobili, guerrieri e poeti, pittori e letterati, cucinieri e popolani, cavalieri ed arcieri si è snodata dal liceo e dall’Itc accompagnati dal rullio dei tamburi che ha fatto tornare Ceccano agli splendiri della metà del XIV secolo. Il corteo è quindi arrivato in Piazza XXV Luglio dove il cardinale, impersonato da Giovanni degli Esposti, ha donato il suo stemma al conte di Ceccano, impersonato da Aldo Guida. E poi l’Incipe che ha dato il via alla giostra. 4 cavalieri, del Gruppo Camilla Regina di Amaseno, si sono affrontati nella giostra dell’anello in Largo Tomassini, dopo essere stati abbinati alle 4 porte principali del Castello dei Conti: porta Castello, appunto, Porta S. Giovanni, Porta Nuova e Porta S. Angelo, collegando con un angolo ideale i quattro canti dell’orizzonte per le contrade che ruotano intorno a Ceccano, sulla riva destra e sulal riva sinistra del Sacco. E la vittoria è toccata a porta S. Angelo che ha superato Porta S. Giovanni nella tornata di spareggio. Il corteo, curato nei minimi particolari da Stefania Alessandrini, ideatrice e coordinatrice della manifestazione, era stato preceduto da due interessantissime giornate all’interno del castello, con azioni sceniche, proiezioni di film, per finire sabato sera con la presentazione di un libro, un romanzo del giallista inglese Iain Pears, il Sogno di Scipione, con Annibaldo IV de Ceccano come protagonista. A presentare il libro è intervenuto il prof. Corrado Belluomo, petrarchista di Avignone, che ha mostrato come anche i romanzi fantastici possano contribuire alla conoscenza di personaggi ed epoche storiche. Insieme a lui c’era anche Daniela Marro. Insomma un grande successo di partecipazione a testimonanza di come tali attività siano gradite al pubblico e riscuotano sempre più interesse.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

OpinioniWeb-XYZ

Oltre il bar dello sport: opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Marisa Moles's Weblog

Le idee migliori sono proprietà di tutti (Seneca)

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente,

altrimenti tutto è arte.

Cesidio Vano Blog

“L'insuccesso mi ha dato alla testa!”

Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia

virgoletteblog

non solo notizie in co-blogging

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

RomaCassino Express

Associazione pendolari Roma-Cassino

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: