150 anni d’Italia: il convegno


Quantcast

//
L’Eroe dei due mondi in tante sfaccettature: 4 contributi estremamente interessanti dagli insegnanti di storia del Liceo, nel convegno celebrativo dei 150 anni della spedizione dei Mille, momento iniziale delle commemorazioni per i 150 anni dell’Unità. Dopo l’esecuzione dell’Inno Nazionale il 5 mattina, il pomeriggio del 6, nell’Aula Magna “Francesco Alviti”, ha preso il via il convegno con il prof. Frate che ha introdotto il tema dei precursori di Garibaldi, cercando di capire come mai le spedizioni precedenti nel regno borbonico  dei Fratelli Bandiera  e di Carlo Pisacane non abbiano avuto lo stesso successo. Fatali furono il mancato coinvolgimento delle popolazioni rurali e il non sufficiente studio delle condizioni dell’Italia meridionale.

Quindi il prof. Bellusci ha affrontato il tema dei rapporto tra Garibaldi e il socialismo, evidenziando gli elementi utopici presenti nel pensiero ma soprattutto nella vita del condottiero nizzardo.

E’ stata poi la volta della prof.ssa Alessandrini alla quale era stato affidato il compito di delineare i rapporti tra Garibaldi e Vittorio Emanuele II. “Tra i due ci fu immediato un rapporto di simpatia – ha detto la prof.ssa Alessandrini, che ha fornito anche materiale iconografico ed epistolare – derivante più da una comunanza di stile di vita che dalle idee politiche”. E  proprio tale comunanza ha poi favorito l’appoggio sabaudo all’impresa garibaldina.

Il convegno è stato concluso dall’intervento del prof. Massimo Parente che ha evidenziato come gli stranieri abbiano parlato di Garibaldi,a  cominciare da Alexandre Dumas  padre, l’autore de I Tre Moschettieri e de Il Conte di Montecristo. Dumas aveva una considerazione straordinaria di Garibaldi e l’impresa dei Mille gli dette la possibilità di partecipare ad un’avventura simile a quelle che tante volte aveva descritto nei suoi romanzi di successo. Il prof. Parente ha offerto ai presenti consistente materiale bibliografico allo scopo di comprendere che Garibaldi era considerato dagli stranieri poco italiano, poco rientrante cioè nello stereotipo dell’italiano medio.

Applausi sentiti e complimenti per tutti i relatori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

AcFrosinone

Cittadini degni del vangelo

gianfrancopasquino

QualcosaCheSo

Spazio Libero

Blog di Informazione, Cultura, Scienza, Tempo Libero

OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Damiano Pizzuti

Salute, società, notizie

Marisa Moles's Weblog

Le idee migliori sono proprietà di tutti (Seneca)

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente

altrimenti tutto è arte

Cesidio Vano Blog

“L'insuccesso mi ha dato alla testa!”

Bibliostoria

Risorse web per la storia, eventi, novità in biblioteca

virgoletteblog

non solo notizie e attualità

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: