Superstrada, primo giorno nel caos


Da frnotizie.it

FERENTINO – Da stamani (ieri ndr), lunedì 22 marzo 2010, gli automobilisti ciociari hanno l’opportunità di percorrere una nuova importante strada, la SR 214, meglio nota come la superstrada Ferentino-Sora. Una via di comunicazione d’importanza strategica per migliaia di automobilisti costretti ogni giorno a raggiungere l’Autostrada del Sole (A1) per motivi di lavoro e non soltanto, mediante il casello di Ferentino. E sull’utilità dello svincolo autostradale di Ferentino nonché della superstrada non ci sono dubbi. Lo dimostra quanto accaduto nella giornata d’esordio per la Ferentino-Sora. Migliaia di automezzi hanno preso d’assalto la nuova superstrada beneficiando degli ingressi di Ferentino, uno dei due capolinea insieme a Sora, e di quelli di Tecchiena, Alatri, Castelmassimo e via di seguito. Traffico intenso nello snodo di Ferentino e disagi dovuti al fiume di macchine, a forti rallentamenti e titubanze. Il picco massimo del traffico si è registrato tra le 16 e le 18, orario di punta. Per gestire la situazione ci sono voluti ben 8 vigili urbani. Code di alcuni chilometri si sono registrate lungo l’Asi 7. Rallentamenti notevoli sì, però traffico scorrevole per fortuna. A nostro avviso bisogna abituarsi allo stato di cose, sarà così giorno e notte. Anzi i veicoli andranno perfino ad aumentare, però la realizzazione della rotatoria definitiva migliorerà sicuramente la situazione e di questo è convinto anche il sindaco Fiorletta che nel pomeriggio ha fatto un sopralluogo nella zona. Migliaia i veicoli provenienti sia dal casello autostradale di Ferentino che dai centri che si servono della nuova superstrada. Hanno invaso l’uscita di Ferentino, ove è stata realizzata una rotatoria provvisoria che serve a smistare le auto dirette verso lo svincolo dell’A1, la SR 214, Ferentino centro e verso l’Asi 7 o in via Stazione. Fiumi di auto, tir e bus hanno messo a nudo alcune carenze a cui hanno cercato di porre rimedio gli operai dell’Astral e la polizia municipale di Ferentino, il cui comando ha dirottato nella zona, nei pressi della rotatoria temporanea fatta di jersey mobili, diversi automezzi e uomini che si sono potuti rendere conto di ciò che va migliorato e da subito, per scongiurare eventuali incidenti. Molti conducenti sono sembrati disorientati, qualche indicazione stradale non aiuta affatto, vedi la scritta “Maria e Isola Casamari”. E’ opportuno sollecitare l’ultimazione dei lavori della rotatoria definitiva a cura della Provincia, si spera venga completata al più presto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

OpinioniWeb-XYZ

Oltre il bar dello sport: opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Marisa Moles's Weblog

Le idee migliori sono proprietà di tutti (Seneca)

Mille e più incantesimi

Claudio Baglioni: Poesia in musica

Insegnanti 2.0

Insegnare nell'era digitale

seiletteresulpolso

«Passerò come una nuvola sulle onde.» Virginia Woolf

Centri Informagiovani Ciociaria

Una risorsa per i giovani. Un riferimento per i territori

Seidicente,

altrimenti tutto è arte.

Cesidio Vano Blog

“L'insuccesso mi ha dato alla testa!”

Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia

virgoletteblog

non solo notizie in co-blogging

polypinasadventure

If you can take it, you can make it!

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

Università degli Studi Roma Tre

RomaCassino Express

Associazione pendolari Roma-Cassino

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: